331 / ***70*6

(26/12/2009, ore 19:42)


Il mio cellulare è sempre acceso:
giorno e notte; sul lavoro o nel tempo libero. Dopo tutto è stato
inventato per essere raggiungibili in ogni momento, no? E allora che
senso ha "nascondersi"? Il messaggio automatico "Il numero chiamato non è al momento raggiungibile" mi manda su tutte le furie, e ancora di più quando dopo decine di squilli a vuoto cade la linea.
Per
questo non lo spengo mai, al massimo lo zittisco inserendo la
vibrazione. Le eccezioni sono rarissime e se si verificano è perchè
sono veramente impossibilitato a rispondere. Quando faccio la doccia,
ad esempio.

Poco dopo la mezzanotte della vigilia di Natale ho
inviato a Eva un mms che oltre agli auguri voleva farle capire quanto
io mi senta profondamente legato a lei. La notifica di ricezione mi ha
confermato in tempo reale che le era arrivato e per tutto ieri ho
atteso invano una sua risposta.
Ho ragionato a lungo su quello che,
dopo i recenti complimenti, sembrava l’ennesimo comportamento
contraddittorio da parte sua, giungendo alla conclusione che c’era una
sola cosa da fare: parlarle ancora più chiaramente rischiando il tutto
per tutto. E’ inutile continuare a prendermi in giro da solo, il ruolo
di amico non mi basta, men che meno se virtuale. Desidero essere il suo
ragazzo, vederla ogni volta che mi va, coccolarla, ridere e scherzare
insieme, prendermi cura di lei. Ma perchè questo sogno (al momento
proibito) si realizzi devo innanzitutto capire se le piaccio davvero, e
se il problema è solo la gelosia del suo attuale fidanzato. In tal caso
giocherò tutte le mie carte e che vinca il migliore!

Sono
entrato in doccia col fermo proposito di telefonarle stasera stessa in
modo da azzerare una volta per tutte i miei dubbi; ci sono circostanze
in cui un uomo deve essere coraggioso e prendere in mano la propria
vita!

Ero ancora in accappatoio quando ho riacceso il
telefonino, sempre con la speranza di sentire il suono di un messaggio
in arrivo.

C’era!

Leggo il numero ma non lo riconosco,
allora apro il testo e mi sciolgo. Prima ancora di vedere la firma in
calce riconosco la risposta di Eva. Niente di che: i ringraziamenti, le
scuse per il ritardo, il solito complimento e gli auguri di buone
feste. Memorizzo il nuovo numero e salvo il messaggio.

Ovviamente
potrebbe trattarsi di un normale gesto di cortesia, e non posso certo
basarmi su di esso per cambiare i miei programmi. Se sarà necessario,
il discorsetto glielo farò comunque, ormai è deciso, però a ‘sto punto
non è più così urgente. Magari lasciando passare qualche giorno, la
situazione potrebbe sbloccarsi in maniera più "naturale" e sapere che
bene o male la ragazza dei miei sogni mi ha pensato rappresenta una
bella iniezione di serenità e ottimismo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie d'amore e relazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...