LETTERA APERTA A ANNA23

(28/12/2008, ore 18:30)

Non so per quale ragione, forse perché 2 anni fa, circa di
questi tempi, abbiamo avuto i primi contatti. Oppure perché le feste di fine
anno andrebbero trascorse accanto alle persone a cui vogliamo bene. Per me
quest’anno non è stato così.

Fatto sta che negli ultimi giorni mi sei tornata in mente,
facendomi precipitare di nuovo in quella nostalgia dalla quale pensavo di poter
guarire. Anna…

Per te avevo in serbo un regalo bellissimo, che per cause
indipendenti dalla mia volontà non ho potuto consegnarti in tempo. Doveva
essere quello, e solo quello. Ogni altra cosa, foss’anche la più bella del
mondo, l’avresti considerata come l’ennesimo goffo tentativo di riconciliazione
da parte di uno scocciatore. Non hai voluto rispondere al mio sms; era nel
conto, lo sapevo fin da quando ho iniziato a scriverlo. L’ho fatto lo stesso,
perché a un certo punto il bisogno di comunicare con te è ancora più forte di
quello di avere delle risposte. Mi fa piacere che tu legga quello che mi sgorga
dal cuore, sempre che tu lo faccia. Ecco, è più che altro quello a mancarmi: il
sapere che il mio messaggio è arrivato a destinazione. E non basta la notifica
di consegna a spazzare via i miei dubbi.

Vorrei odiarti per quello che mi hai fatto e mi stai
facendo, ma non ci riesco. Le parole cattive che mi hai riservato, e le azioni
meschine che hai messo in atto contro di me, mi hanno fatto male, mi hanno
ferito profondamente. Ma non mi hanno fatto cambiare idea su di te, né hanno
raffreddato i miei sentimenti.

Comportamenti come i tuoi non sono normali, e se li hai
tenuti vuol dire che dentro di te ci sono parecchi problemi irrisolti. Anche se
sono io quello che ti ha implorato al telefono di non abbandonarmi, e sono
sempre io ad aver trascorso intere notti a piangere sotto le coperte, mentre tu
ti vantavi di “non dovermi nessuna spiegazione”, ti vedo come una ragazza
fragile, profondamente segnata dalle tue esperienze passate che ti hanno
portata ad erigere un muro difensivo. Anche nei confronti di chi non ha, e non
ha mai avuto, la benché minima intenzione di farti del male.
Per quanto dall’esterno io possa apparire l’anello debole,
in realtà sono il più forte. Sono così forte da non aver paura di esprimere
apertamente i miei sentimenti, sono così forte da raccontare la nostra storia
ammettendo i miei errori,  e sono così
forte da aver mantenuto i contatti con tutte quelle persone da cui tu invece
hai preferito scappare pur di non sentirti chiedere le ragioni del tuo
comportamento.

Ma io, al contrario di loro, non sono semplicemente un
“amico virtuale” con cui cazzeggiare da dietro un monitor. Io ti voglio bene
davvero, io ci tengo davvero a te. Ci tengo a tal punto che sono disposto a
sopportare la sofferenza dovuta alla lontananza da te, pur di continuare a
coltivare la speranza di poterti un giorno aiutare a dipanare l’intricata
matassa che ti porti dentro. Come ti ho scritto, io per te ci sono stato, ci
sono, e ci sarò sempre. E anche se ora ho un assoluto bisogno fisico di
parlarti, aspetterò. Non è ancora giunto il momento, e non posso rischiare di
sprecare per la solita, maledetta impulsività, anche l’ultima carta che mi
rimane da giocare.
 Il tempo è dalla mia parte, e ogni giorno che passa
probabilmente la tua rabbia verso di me tende a diminuire. Ne hai accumulata
talmente tanta che di sicuro quando ti contatterò non si sarà del tutto
esaurita, ma se accetterai la mia proposta per noi sarà un nuovo inizio. Su
basi diverse, certo, ma sempre da eterni amici.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storie d'amore e relazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...